21 settembre 2016

Le vie dell’acqua




mappa2

Lo sviluppo di città fiorenti e importanti è da sempre legato alla presenza sul territorio di risorse idriche e alla loro ottimizzazione e distribuzione. Bergamo rispecchia in pieno questa peculiarità e nel corso dei secoli, grazie alle nuove scoperte tecnologiche e ingegneristiche, ha saputo fornirsi di una complessa e ottimamente strutturata rete di distribuzione idrica.

 

Il progetto Le Vie dell’Acqua di Città Alta si propone quindi l’obiettivo di valorizzare e rendere fruibile la grande ricchezza delle arterie di distribuzione dell’acqua e del suo utilizzo presenti nella parte fortificata della città di Bergamo.

 

Il percorso identificato nel contesto urbano di Città Alta si sviluppa su una lunghezza di circa 3 km per un tempo di percorrenza medio di 1 ora e 20 minuti. L’itinerario inizia dalla cisterna di Piazza Mascheroni e si conclude nel cuore del centro storico, presso la fontana del Contarini in Piazza Vecchia. Un percorso circolare che guiderà il visitatore in epoche storiche diverse, capace di presentare tutta la complessa evoluzione del sistema idrico cittadino. Le 16 stazioni identificate risultano un equilibrato insieme di conosciute e famose cisterne e fontane, unite a strutture meno note ma di grande valenza storica e funzionale, rendendo così questo trekking urbano una vera e propria scoperta della storia della zona fortificata della città di Bergamo.

Questa cartina interattiva ti condurrà alla scoperta di una Bergamo nuova e indubbiamente affascinante.

SCOPRI TUTTE LE FONTANE

Entrambe inserite nella Vicinìa di S. Michele hanno periodi di costruzione diversi: la fontana di via Osmano risale al XII secolo e presenta le caratteristiche comuni alle fontane realizzate nel periodo medievale; la seconda invece ha una struttura neoclassica ottocentesca. Veniva chiamata “Puteo Albo”, in quanto per la sua costruzione fu utilizzata la pietra bianca di Zandobbio. L’acqua che alimentava la fontana proveniva dall’acquedotto di prato Baglioni.

ARTICOLI CORRELATI

1 settembre 2016

FOOD FILM FEST 2016 (TERZA EDIZIONE)




food1

Food Film Fest si svolgerà dal 13 al 17 settembre 2016 a Bergamo.

Per ulteriori informazioni clicca qui

ARTICOLI CORRELATI

26 aprile 2016

MANGIO SENZA AVANZO




Spreco Alimentare Fresh Food in Garbage1

Il progetto – esito della collaborazione tra l’Assessorato all’Istruzione del Comune, in dialogo con i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi della città, l’ATS e SerCar – nasce con lo scopo di promuovere abitudini alimentari salutari e comportamenti antispreco.

A partire da uno studio sulla quantità di cibo non consumato nelle mense scolastiche e dall’analisi della correlazione tra spuntino di mezza mattina e cibo avanzato, si è definita una nuova modalità di somministrazione degli alimenti: distribuzione di frutta a metà mattina, nuovi menù e diversa porzionatura dei pasti, e, nella scuola primaria, frutta a merenda.

Per favorire la consapevolezza dei propri comportamenti alimentari è stato realizzato anche il quaderno “L’appetito vien studiando”, distribuito a tutte le bambine e i bambini delle scuole statali della città.

ARTICOLI CORRELATI

15 marzo 2016

L’APPETITO VIEN STUDIANDO




Il progetto di un quaderno sulla refezione scolastica nasce con l’obiettivo di contribuire ad educare le bambine e i bambini ad un’alimentazione sana, sostenibile, rispettosa, solidale e senza sprechi e di coinvolgere i genitori perché assumano un ruolo consapevole e propositivo in relazione agli aspetti complessi dell’alimentazione quotidiana a casa e fuori casa.

Realizzato con uno stile rigoroso e accattivante anche per i più piccoli, il quaderno – esito del lavoro integrato tra scuola, amministrazione comunale, ATS e SerCar – è distribuito a tutti i bambini che frequentano le scuole primarie statali della città.

Il quaderno “L’appetito vien studiando” si inserisce nel progetto complessivo di educazione ad un’alimentazione consapevole e corretta (Mangio locale e penso universale) e a comportamenti antispreco (Mangio senza avanzo)

ARTICOLI CORRELATI

1 ottobre 2015

Mangio locale e penso universale




alimentazione-corretta2-1024x1024

Il progetto è nato nel 2011 da un’idea del Comune di Bergamo in collaborazione con SerCar Spa, Bergamo Servizi Pubblici e Coldiretti Bergamo per permettere agli alunni di conoscere l’agricoltura locale non solo sui banchi di scuola ma direttamente “in campo”.

In questi anni lo scopo è stato quello di far acquisire ai ragazzi una maggior consapevolezza sull’alimentazione, l’agricoltura e il territorio, consci del fatto che i giovani consumatori delle città molto spesso perdono conoscenze preziose sui ritmi della natura, sulle tradizioni e i paesaggi rurali e, non ultimo, sulla provenienza e l’origine dei cibi.

vai al sito di Mangio locale e penso universale

ARTICOLI CORRELATI

1 ottobre 2015

Antispreco alimentare




patata martinengo

Il Comune di Bergamo si occupa di food policy, in particolare sul versante antispreco,  attraverso l’impegno convergente di tre assessorati: Ambiente, Coesione Sociale e Istruzione.

Quest’ultimo ha avviato un progetto con ATS e SerCar, in dialogo con i dirigenti scolastici della città, per ridurre lo spreco alimentare all’interno delle mense delle scuole primarie. Il progetto ha come obiettivo prioritario di far mangiare ai bambini la quantità di cibo che gradiscono.

Attraverso la rilevazione sistematica sulle quantità di cibo avanzato e l’analisi della correlazione tra apporto calorico della merenda e avanzo di cibo, in collaborazione con le commissioni mensa delle scuole, si costruisce una nuova modalità di somministrazione degli alimenti.

ARTICOLI CORRELATI