26 aprile 2016

MANGIO SENZA AVANZO




Spreco Alimentare Fresh Food in Garbage1

Il progetto – esito della collaborazione tra l’Assessorato all’Istruzione del Comune, in dialogo con i Dirigenti Scolastici degli Istituti Comprensivi della città, l’ATS e SerCar – nasce con lo scopo di promuovere abitudini alimentari salutari e comportamenti antispreco.

A partire da uno studio sulla quantità di cibo non consumato nelle mense scolastiche e dall’analisi della correlazione tra spuntino di mezza mattina e cibo avanzato, si è definita una nuova modalità di somministrazione degli alimenti: distribuzione di frutta a metà mattina, nuovi menù e diversa porzionatura dei pasti, e, nella scuola primaria, frutta a merenda.

Per favorire la consapevolezza dei propri comportamenti alimentari è stato realizzato anche il quaderno “L’appetito vien studiando”, distribuito a tutte le bambine e i bambini delle scuole statali della città.

ARTICOLI CORRELATI

15 marzo 2016

L’APPETITO VIEN STUDIANDO




Il progetto di un quaderno sulla refezione scolastica nasce con l’obiettivo di contribuire ad educare le bambine e i bambini ad un’alimentazione sana, sostenibile, rispettosa, solidale e senza sprechi e di coinvolgere i genitori perché assumano un ruolo consapevole e propositivo in relazione agli aspetti complessi dell’alimentazione quotidiana a casa e fuori casa.

Realizzato con uno stile rigoroso e accattivante anche per i più piccoli, il quaderno – esito del lavoro integrato tra scuola, amministrazione comunale, ATS e SerCar – è distribuito a tutti i bambini che frequentano le scuole primarie statali della città.

Il quaderno “L’appetito vien studiando” si inserisce nel progetto complessivo di educazione ad un’alimentazione consapevole e corretta (Mangio locale e penso universale) e a comportamenti antispreco (Mangio senza avanzo)

ARTICOLI CORRELATI

1 ottobre 2015

Antispreco alimentare




patata martinengo

Il Comune di Bergamo si occupa di food policy, in particolare sul versante antispreco,  attraverso l’impegno convergente di tre assessorati: Ambiente, Coesione Sociale e Istruzione.

Quest’ultimo ha avviato un progetto con ATS e SerCar, in dialogo con i dirigenti scolastici della città, per ridurre lo spreco alimentare all’interno delle mense delle scuole primarie. Il progetto ha come obiettivo prioritario di far mangiare ai bambini la quantità di cibo che gradiscono.

Attraverso la rilevazione sistematica sulle quantità di cibo avanzato e l’analisi della correlazione tra apporto calorico della merenda e avanzo di cibo, in collaborazione con le commissioni mensa delle scuole, si costruisce una nuova modalità di somministrazione degli alimenti.

ARTICOLI CORRELATI